Gli 8 peggiori rientri dalle vacanze

Siamo a Settembre inoltrato e solo pochissime persone sono ancora in vacanza. La maggior parte di noi è rientrata in ufficio a parlare con i colleghi, oppure a rispondere alle mail e a vivere la consueta routine quotidiana. 

Ogni anno il ritorno dalle vacanze ci trova impreparati, pensavamo che l’estate non sarebbe mai finita e invece, ecco qua che si avvicina l’autunno. Per non farti sentire troppo la malinconia, abbiamo messo assieme 8 tra i peggiori ritorni dalle vacanze, ma chiuderemo con una buona notizia.

1 – Collega entusiasta

Torni in ufficio, ti metti davanti al computer e, puntuale come la scadenza delle tasse, arriva il collega oppure la collega che quest’estate ha fatto un viaggio straordinario in un posto bellissimo e non vede l’ora di mostrarti tutte le foto, tutte uguali e soprattutto tutte sfuocate che ha fatto a tramonti, paesaggi, monumenti e altre gioie che a te, ammettiamolo, non interessano per niente. 

Conosciamo tutti qualcuno così ma, in caso non lo conoscessi, pensa che forse potresti essere proprio tu la persona che parla a tutti delle proprie vacanze. Un consiglio: non farlo più, per favore.

2 – Mail arretrate

Qualche settimana fa avevamo impostato l’Out Of Office pensando che probabilmente non ci sarebbero state troppe mail a cui rispondere al rientro, e invece alla prima apertura subito dopo le vacanze abbiamo scoperto di averne ricevute centinaia e centinaia, tutte urgenti e tutte che iniziano “Scusa se ti disturbo anche se sei in ferie…”. Ma questa gente in vacanza non ci va mai, non se la prende mai una pausa? O forse ha proprio come hobby quello di mandare mail di lavoro?

3 – Bambini a scuola

Per chi ha figli, il ritorno dalle vacanze coincide con il ritorno a scuola, e quindi: sveglia presto, colazione da preparare, bagno sempre occupato, e porta il bambino a scuola, e vallo a riprendere, e portalo a tennis, piscina, calcio, danza o chissà quale altra attività. 

L’unica consolazione per i genitori è che prima o poi i bambini diventeranno grandi e non bisognerà più portarli in giro, ma solo dargli dei soldi. Che forse è anche peggio.

4 – Password smarrite

Riaccendi il computer, e ti accorgi che la salsedine o forse il sole hanno cancellato dalla tua memoria tutte le password, e anche il computer non le ricorda più perché è passato troppo tempo dall’ultima volta che l’hai acceso. E allora vai a recuperarle tutte, clicchi su “Hai smarrito la password?”, inserisci la nuova password e il computer dice: “La nuova password non può essere uguale alla vecchia password”. 

Perché ammettilo, usi la stessa password per tutto, vero?

5 – Ma hai messo su chili?

Vai a prendere il primo caffè con i colleghi e, notando che non hai avuto molti limiti nel mangiare e nel bere durante le vacanze, qualcuno butta lì un: “Hai messo su qualche chilo, vero?” con un sorrisetto di compiacimento e di ironia. E tu fuori sorridi ma dentro di te piangi, perché alla fin fine lo sapevi che quella dieta a base di Mojito non ti avrebbe fatto proprio bene alla linea ed è di nuovo ora di mettersi a dieta, prima che arrivi Natale.

6 – Pubblicità estive

Una volta a casa, per rilassarti magari vuoi vedere un po’ di televisione. Peccato che le pubblicità siano ancora piene di gente in costume che va a ballare sulla spiaggia, e che gli slogan continuino a dire  “Quest’estate…”.

Il 31 Agosto dovrebbero abolire tutte le pubblicità che parlano di sole, mare, viaggi e vacanze. Dovremmo lanciare una petizione.

7 – La copertina per dormire

Con il caldo stiamo sdraiati sul letto in mutande, sperando che arrivi un po’ di venticello dalle finestre aperte per rinfrescarci. Ma lo sappiamo benissimo che a Settembre arriverà un giorno in cui, a tradimento, quel venticello che bramavano solo pochi giorni prima diventerà troppo freddo per resistere e dovremo alzarci per chiudere le finestre e prendere una copertina per dormire. 

Intanto, il pigiama ci guarda da lontano, ben conscio che presto tornerà il suo momento e allora sì che l’estate sarà davvero finita.

8 – L’abbronzatura che va via

Quasi non ce ne accorgiamo, ma ogni volta che facciamo la doccia, lentamente, un nuovo strato di epidermide abbronzata se ne va via insieme al bagnoschiuma, e in alcuni casi insieme alle lacrime che sgorgano quando pensiamo che le prossime vacanze estive sono lontane ancora più di 300 giorni. Se ti può consolare, pensa che gli altri stanno scolorendo come te e anche che manca pochissimo per vedere i primi panettoni sugli scaffali dei supermercati. 

La buona notizia

Ma chiudiamo in bellezza! Lo sappiamo che le giornate si accorciano, comincia a fare freddo, i costumi da bagno se ne tornano nei cassetti e le prossime vacanze sono lontane. Tutto vero, ma c’è anche una buona notizia nella fine dell’estate: non dovremo più ascoltare quegli orribili tormentoni estivi che ci hanno perseguitato in questi mesi. Come i costumi, anche il reggaeton se ne va a riposo almeno fino a Giugno. Non è forse una buona notizia questa? 

In più, se vuoi portare un po’ d’estate con te tutto l’anno, ti consigliamo di indossare i nostri occhiali Ottovolante. Da sole per le giornate calde, da vista o da schermo per i giorni chiusi in casa, ma sempre colorati e allegri più dei tormentoni estivi.

Foto di copertina: sergio souza da Pexels